redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545

Sentono abbaiare da un container, la Guardia Costiera trova una cagnolina chiusa dentro da 8 giorni senza acqua né cibo: «Salvata appena in tempo»

Sentono abbaiare da un container, la Guardia Costiera trova una cagnolina chiusa dentro da 8 giorni senza acqua né cibo: «Salvata appena in tempo»
Da: Girovagando Pubblicato In: Febbraio 03, 2024 Visualizzato: 301

Sentono abbaiare da un container, la Guardia Costiera trova una cagnolina chiusa dentro da 8 giorni senza acqua né cibo: «Salvata appena in tempo»

Cagnolina chiusa dentro un container sulla nave da 8 giorni senza acqua né cibo: «Salvata appena in tempo»

Al porto di Houston (Usa), una giornata di routine dedicata all'ispezione dei container ha preso una piega inaspettata. L'ufficiale della Guardia Costiera statunitense Ryan McMahon e la sua squadra, mentre ispezionavano i container, hanno sentito un cane abbaiare. All'inizio non capivano da dove potessere arrivare quel grido d'aiuto, poi la scoperta: l'animale era rinchiuso in uno dei container a sette metri e mezzo di altezza.

«Non aveva paura, era solo felice di uscire»

Per recuperarlo, è stata utilizzata una gru che tirato giù la cassa mobile. Una volta aperti i portelloni è spuntato fuori un cane dolce e amichevole, da allora soprannominato Connie. «Abbiamo visto il muso del cagnolino che spuntava fuori. Era come se sapesse che saremmo stati lì per tirarla fuori. Lei non aveva paura, sembrava semplicemente felice di essere fuori da quello spazio angusto e contenta di essere stata accolta da persone che si sarebbero prese cura di lei», ha detto all'Associated Press Ryan McMahon.

Secondo quanto emerso dalle prime analisi sulla piccola amica a quattro zampe, Connie era rimasta intrappolata nel container per almeno otto giorni senza cibo né acqua. La cagnolina è stata poi portata in un rifugio per animali e ora è tra le mani di un gruppo di salvataggio, Forever Changed Animal Rescue, che la sta curando.

Si ritiene che Connie sia finita accidentalmente nella cassa mobile. Probabilmente si era nascosta in una macchina, proveniente da uno sfasciacarrozze, che sarebbe dovuta essere stata spedita all'estero per i pezzi di ricambio. La squadra della Guardia Costiera è intervenuta in tempo: se il container fosse partito, la povera cagnolina, con tutta probabilità, non sarebbe mai sopravvisuta.


Giornalismo indipendente:come proteggerlo Pubblicità DEVONO SAPERE DI NOI
ADRIANO CELENTANO Hurricane Music Production GIANNA NANNINI
Girovagando


Attualità

La Radio


La foto del giorno
Nessuna notizia

Seguici su