Xiaomi Mi Note 10: il primo smartphone che scatta foto da 108 megapixel

Xiaomi Mi Note 10: il primo smartphone che scatta foto da 108 megapixel
By: Ad-Spettacoli Pubblicato il: novembre 08, 2019 Vista: 3

Xiaomi Mi Note 10: il primo smartphone che scatta foto da 108 megapixel

L’innovazione non si arresta, anche in settori come quelli della telefonia dove pensavamo di aver già visto tutto. Esistono ancora margini di avanzamento e lo dimostra chiaramente il nuovo smartphone di Xiaomi, l’azienda cinese che negli ultimi tempi si sta dimostrando particolarmente vivace e capace di farsi largo tra i big di questo settore. L’annuncio del suo ultimo dispositivo, Mi Note 10, spinge infatti ancora più in alto l’asticella della qualità e delle prestazioni.

Lo smartphone dell’azienda di Pechino è il primo ha integrare un kit fotografico composto da 5 fotocamere capaci di scattare immagini alla risoluzione record di 108 megapixel. Lo scopo di questo esercizio tecnico non è solo quello di sorprendere l’utente ma anche di metterlo definitivamente nella condizione di lasciare a casa la reflex. Il telefono di Xiaomi è infatti in grado di ottenere risultati difficilmente distinguibili da quelli realizzati con strumenti professionali.

Il Mi Note 10 può fare affidamento su cinque diversi obiettivi: un grandangolo da 108 MP, un teleobiettivo da 5 MP e uno da 12 MP, un ultra grandangolo da 20 MP e un obiettivo macro. Sfruttando insieme le ottiche il telefono è in grado anche di offrire di uno zoom continuo da 0,6x a 50x, senza compromettere la qualità dell’immagine. Questo significa che si possono catturare dettagli minuziosi anche da grande distanza.

Ma a colpire è ovviamente l’estrema risoluzione offerta dalla camera principale, i suoi 108 megapixel consentono di stampare delle vere e proprie gigantografie. Ottenere dallo smartphone un quadro di grandi dimensioni da appendere alla parete, mantenendo inalterata la qualità della foto, con dettagli, colori e nitidezza non è per nulla un risultato banale considerando che tutto ciò avviene con uno smartphone.

Con il Mi Note 10 è possibile catturare in modo ottimale qualsiasi tipo di foto, dai paesaggi sfruttando l’ampio angolo di visione a disposizione, alle immagini notturne modificate automaticamente per ottenere risultati come se si usasse un treppiede. Interessante è anche l’ottica macro dotata di autofocus che consente di ampliare ulteriormente le possibilità creative. Nessuna rinuncia neppure quando si vogliono scattare dei selfie, la camera frontale 32 MP con l’aiuto dell’intelligenza artificiale fa egregiamente il suo lavoro.

I vantaggi del top di gamma di Xiaomi non finiscono qui. Lo smartphone può effettuare anche video macro al rallentatore a 960 fotogrammi al secondo, ma soprattutto può fare affidamento su una batteria da 5260 mAh che consente di caricare il cellulare una volta ogni due giorni con un utilizzo normale. Il design è gradevole, merito del bel display Amoled da 6,47 pollici e delle colorazioni bianco perlato e verde cangiante (Glacier White e Aurora Green), che si aggiungono al più tradizionale balck. Però le fotocamere sulla parte posteriore del telefono sporgono parecchio dalla scocca e questo costringe a utilizzate una cover di protezione.

L’ultima segnalazione spetta alla rinnovata interfaccia utente MIUI 11, che integra nuove funzioni per la personalizzazione del display Always-on (lo schermo sempre acceso per visualizzare le notifiche a colpo d’occhio), e l’integrazione di strumenti di produttività e lifestyle. Ora ad esempio, è possibile condividere e stampare facilmente i documenti in modalità wireless ma anche monitorare il ciclo mestruale e tenere sotto controllo le calorie bruciate durante la giornata.

Il Mi 10 Note sarà commercializzato dal 15 novembre a un prezzo di 599,90 euro, un prezzo da prodotto premium ma piuttosto interessante per le specifiche tecniche di questo telefono. Xiaomi ha però lanciato anche un prodotto dal notevole rapporto prezzo/prestazioni. Il Redmi Note 8T è infatti equipaggiato da una fotocamera principale da 48 megapixel, display da 6,3 pollici e batteria da 4000 mAh, ma il suo cartellino si ferma a 229,90 euro.

Durante la presentazione europea avvenuta a Madrid, l’azienda cinese ha mostrato in anteprima anche la sua nuova gamma di televisori con modelli da 32 a 55 pollici gestiti dal sistema operativo Android e con schermi fino a 4K, ma arriveranno in Italia solo a partire dal prossimo anno però con prezzi molto interessanti. In Spagna il modello top di gamma da 55 pollici ha infatti un costo di 449 euro.

Seguici su