redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Governo, Draghi cambia strategia comunicativa. Vuole un social media manager

Governo, Draghi cambia strategia comunicativa. Vuole un social media manager
Da: Italia Pubblicato In: Aprile 07, 2021 Visualizzato: 122

Governo, Draghi cambia strategia comunicativa. Vuole un social media manager

Governo, Draghi cambia strategia comunicativa. Vuole un social media manager
Mario Draghi a Palazzo Chigi (fonte Lapresse )

Governo, Draghi cambia strategia comunicativa. Vuole un social media manager

Mario Draghi cambia strategia comunicativa. Il premier si è convinto di una cosa, per raggiungere un pubblico più ampio, visti anche i sondaggi che lo danno in calo di fiducia rispetto ad un mese fa, ha deciso di aggiungere alla sua squadra per quanto riguarda la comunicazione un esperto. A Palazzo Chigi è partita la caccia ad un social media manager. La strategia del “comunicheremo solo se abbiamo qualcosa da dire” dei primi tempi dell’èra Draghi - si legge sul Fatto Quotidiano - ora inizia a vacillare. L’ordine è quello di far crescere la pagina istituzionale della Presidenza del Consiglio sul modello di quella dell ’Eliseo in Francia e della Casa Bianca negli Stati Uniti. L’obiettivo sarà quello di mettere in piedi una struttura adeguata, una vera squadra social, ma i lavori sono ancora in corso.

Per il momento non cambierà invece l’approccio comunicativo del premier secondo cui “bisogna parlare solo quando c’è qualcosa da dire” e soprattutto, ci tiene a spiegare chi parla spesso con lui, Draghi “non è un capo di partito e quindi non scenderà mai nell’arena dei talk show o delle polemiche di giornata con i leader”. Sul profilo social di Palazzo Chigi - prosegue il Fatto - i numeri latitano: per fare solo un esempio, l’ultima conferenza stampa dopo la cabina di regia sulle misure anti-covid di aprile è stata vista su Facebook da 202 mila persone mentre quelle dell ’ex premier Giuseppe Conte, sulla stessa pagina istituzionale, hanno sempre superato la soglia delle 300 mila.

Seguici su