redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

La Coppa Italia a Reggio Emilia: un trasloco da un milione di euro

La Coppa Italia a Reggio Emilia: un trasloco da un milione di euro
Da: Serie A Pubblicato In: Marzo 29, 2021 Visualizzato: 115

La Coppa Italia a Reggio Emilia: un trasloco da un milione di euro

La finale di Coppa Italia non si disputerà a Roma. Per la prima volta dal 2008, quando si tornò a giocarla in gara unica, l'ultimo atto della coppa nazionale traslocherà. Per la sfida tra Juve e Atalanta, in programma il 19 maggio, è pronto il Mapei Stadium di Reggio Emilia. Perché per una volta l'ospitalità della finale diventerà una questione commerciale, come avviene da anni per quanto riguarda la Supercoppa: la Regione Emilia-Romagna infatti se l'è aggiudicata grazie a un'operazione di sponsorizzazione che garantirà alla Lega Serie A poco meno di un milione di euro: in un periodo in cui i club hanno visto ridurre drasticamente le proprie entrate a causa della pandemia, l'operazione diventa un'opportunità irrinunciabile.

Per la Regione governata da Stefano Bonaccini non è un inedito, anzi entra nella logica applicata anche, solo per fare un esempio, al Gp di Imola del prossimo 18 aprile. Sebbene la cifra sia frutto di un'operazione articolata anche grazie a sponsor e partner commerciali, l'Emilia-Romagna si farà carico di una parte dell'investimento rilevante, nonostante gli stadi chiusi: l'obiettivo è costruire l'immagine di una "regione dello sport" per incentivare il turismo attivo, anche in un periodo segnato dai limiti del Covid. L'ufficialità arriverà solo dopo che il Consiglio di Lega avrà dato il via libera, ma è quasi inevitabile: sia Juve che Atalanta erano contrarie a giocare a Milano e per Roma c'erano problemi con la Uefa e con il recupero di Lazio-Torino (fissato proprio il 19 maggio). In più la capitale era stata scelta per fare della Coppa Italia una sorta di Coppa del Presidente della Repubblica, ma sono anni che Mattarella ha scelto di non partecipare all'evento. E il Mapei è "televisivamente" il miglior stadio emiliano.


A proposito di tv. Ieri la Lega Serie A ha chiuso nuovamente la porta in faccia a Sky. Solo 13 club hanno votato per assegnare alla tv in streaming il pacchetto B, ossia le 3 partite in co-esclusiva. Servivano 14 sì. La tv satellitare aveva anche provato un rilancio sopra i 70 milioni iniziali: un'offerta a crescere nei 3 anni, 75 il primo, 87,5 il secondo, 100 il terzo anno. Ma insufficiente per le "sette sorelle": Juventus, Inter, Lazio, Napoli, Atalanta, Verona, Fiorentina (che hanno anche bloccato la cessione dei diritti esteri). I negoziatori di Sky sono parsi risentiti, ma la tv satellitare dovrebbe partecipare al nuovo bando per assegnare le 3 partite: in ogni caso avendo perso le esclusive in A e Champions risparmierà nel triennio 3 miliardi. Torneranno in ballo anche Amazon - che in Germania è entrata con una quota marginale di partite - e Mediaset, interessatissima visto che ha già la Champions. Alla corsa parteciperà pure Eurosport/Discovery, che gira sul bouquet Sky. Serviranno circa 3 settimane per il nuovo bando e ripartire con le offerte. La Lega vorrebbe ottenere 110/120 milioni, Sky potrebbe ritoccare ancora.

Leggi dalla fonte Clicca Qui! Serie A
Seguici su