redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Napoli, Gattuso e la terapia del riposo per lanciare lo sprint Champions

Napoli, Gattuso e la terapia del riposo per lanciare lo sprint Champions
Da: Serie A Pubblicato In: Marzo 29, 2021 Visualizzato: 202

Napoli, Gattuso e la terapia del riposo per lanciare lo sprint Champions

NAPOLI - Sei giorni di vacanza nelle ultime tre settimane, da quando il Napoli è uscito dalle Coppe e si è giocoforza concentrato full time sul campionato: l'unico obiettivo stagionale rimasto agli azzurri. Ma Gattuso sta se non altro trasformando l'amara eliminazione dall'Europa League in una risorsa, puntando sulla terapia del riposo. I primi effetti benefici si sono già visti con le due fondamentali vittorie in trasferta negli scontri diretti per la zona Champions con il Milan a San Siro e la Roma all'Olimpico. Ringhio ha allora deciso di insistere anche durante la sosta, rimandando di altre 24 ore la ripresa della preparazione per la gara di sabato allo stadio Maradona contro il Crotone. A beneficiare del pit stop più lungo saranno ovviamente soltanto i giocatori che non sono stati convocati dalle rispettive nazionali, rimasti a lavorare a Castel Volturno. Insigne e gli altri dieci big in giro per il mondo rientreranno infatti alla base solo tra mercoledì e giovedì.

Tour de force

Dietro l'angolo c'è un altro tour de force: con le sfide contro il Crotone, la Juventus (recupero in programma il 7 aprile a Torino) e Sampdoria in calendario nello spazio di una settimana. Ma questa volta il Napoli lo affronterà in condizioni quasi ottimali, a differenza di quanto era invece accaduto all'inizio del 2021 con le 19 partite in appena 64 giorni affrontate dagli azzurri in totale emergenza. L'infermiera si sta infatti svuotando e sono pronti per tornare in gruppo pure Petagna e Lobotka, con il solo Ghoulam (operato al ginocchio) costretto in infermeria. Gattuso potrà dunque fare affidamento sul turn over e sulla freschezza atletica dei giocatori rimasti a Castel Volturno: da Ospina a Manolas, da Mario Rui a Demme, da Bakayoko a Politano. Per loro ci sarà sicuramente spazio alla ripresa del campionato, mentre a molti dei nazionali potrebbe essere concesso al ritorno a Castel Volturno di tirare il fiato. La gestione del gruppo nelle ultime undici gara della stagione sarà decisiva e si spiega così la scelta di Ringhio di puntare sulla terapia del riposo.

Mertens, allarme rientrato

Il Napoli vuole presentarsi alla volata per un posto in Champions con il serbatoio pieno di energie, fisiche e nervose: nella speranza che gli undici nazionali non abbiano dei contrattempi. Gattuso si è già preso uno spavento per l'infortunio alla spalla di Mertens, rivelatosi poi non grave. Il belga è appena rientrato dopo un lungo stop e si è ripreso la ribalta con i due gol segnati alla Roma, confermando di essere una pedina insostituibile nello scacchiere azzurro. La sua assenza ha pesato tanto, come quelle di Osimhen, Koulibaly (di nuovo squalificato contro il Crotone), Manolas, Fabian, Demme e Lozano. Ora ci sono di nuovo tutti, giusto in tempo per lanciare lo sprint.

Leggi dalla fonte Clicca Qui! Serie A
Seguici su