redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Dybala prova a riprendersi la Juve, ma il suo futuro sembra lontano da Torino

Dybala prova a riprendersi la Juve, ma il suo futuro sembra lontano da Torino
Da: Serie A Pubblicato In: Marzo 26, 2021 Visualizzato: 102

Dybala prova a riprendersi la Juve, ma il suo futuro sembra lontano da Torino

Paulo Dybala viaggia spedito verso il ritorno in campo. Dopo quasi tre mesi di stop, invece dei venti giorni inizialmente comunicati, l'argentino è prossimo al rientro giusto in tempo per il derby della Mole. É stata lunga e tortuosa la strada per risolvere il problema al collaterale, percorso che è passato dalla Catalogna e dallo studio del professor Cugat: con la Champions ormai sfumata, lo scudetto distante, forse troppo, e con dodici partite ancora da giocare, una delle quali la finale di Coppa Italia con l'Atalanta, la Joya proverà a riprendersi la Juventus. Dopo aver vinto il premio di calciatore dell'anno nella scorsa stagione, Dybala ha saltato buona parte di quella attuale: sedici partite in totale con tre gol e due assist, un bottino che rischia di mettere in discussione il suo futuro alla Juventus almeno quanto la necessità di fare cassa.

Rinnovo complicato

Il contratto dell'argentino scadrà a giugno 2022: una telenovela iniziata la scorsa stagione, con la richiesta di aumento da parte del calciatore, passata attraverso il botta e risposta a distanza tra l'agente Antun e la società bianconera. Dybala vuole la Juventus, il rinnovo, l'aumento di stipendio e di responsabilità, una posizione non condivisa con il club che ha identificato proprio in lui il sacrificato sull'altare del bilancio, ancora di più se dovesse sfuggire di mano la qualificazione Champions. Un frullatore di dichiarazioni che vanno dalle parole di Nedved ("La Juventus valuta ogni opportunità di mercato") a quelle del presidente Agnelli ("l'amore per lui è ricambiato, nella nostra testa è il prossimo capitano"): frasi che dovranno piegarsi al rendimento di Dybala in queste ultime partite.

Mesi decisivi

A giugno il calciatore e la società si troveranno di fronte a un bivio: rinnovare oppure dirsi addio. Dopo un anno vissuto più in infermeria che in campo, e con un monte ingaggi da limare, pensare ad un rinnovo con corposo aumento sembra folle: la soluzione più probabile, ad oggi, resta infatti la cessione, anche se a causa della crisi dovuta al Covid e ai tanti problemi fisici, il prezzo non potrà essere quello richiesto due anni fa. Difficile l'addio a parametro zero: un'eventualità che i bianconeri proveranno a scongiurare in qualunque modo. Molto dipenderà anche dal futuro di Ronaldo, che vive una situazione diametralmente opposta: la Juventus vorrebbe tenerlo, stando almeno alle dichiarazioni della dirigenza, il calciatore ha già dato mandato a Mendes di trovare un'alternativa per il futuro. Due destini incrociati per quanto divergenti: il futuro di Dybala e di Ronaldo si deciderà nelle prossime partite. Sarà anche da capire come coesisterà l'argentino nel sistema di Pirlo: il tecnico siederà sulla panchina bianconera anche il prossimo anno, come dichiarato più volte dalla società.

Seguici su