redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Fiorentina, ecco Kokorin il bad boy: "Qui per cancellare gli errori del passato"

Fiorentina, ecco Kokorin il bad boy:
Da: Serie A Pubblicato In: Gennaio 27, 2021 Visualizzato: 225

Fiorentina, ecco Kokorin il bad boy: "Qui per cancellare gli errori del passato"

FIRENZE - La Fiorentina ha deciso di scommettere su Aleksandr Kokorin. Russo, classe 1991, considerato uno dei giovani più promettenti del suo paese, col tempo si è perso per strada, tra scelte sbagliate e comportamenti fuori le righe che sono costati anche un anno di carcere per una condanna per aggressione. Oggi l'ex attaccante dello Spartak Mosca inizia una nuova vita, a Firenze, che a trent'anni rappresenta la grande occasione della sua carriera, fin qui costellata solo di club russi: "Mi auguro che le mie qualità possano cancellare gli sbagli che ho fatto nel passato. In Russia c'è stato un fatto molto brutto che mi ha riguardato, ho pagato e ho promesso a me e alla mia famiglia che non accadrà mai più. Lì ho chiuso una pagina, qui ne apro un'altra. Voglio dimostrare di essere un 'bad boy' solo sul campo".

"Spero di trascinare la squadra con i miei gol"

"Sono molto felice di essere un giocatore della Fiorentina - ha spiegato in conferenza stampa -. Spero di dimostrare al più presto tutte le mie qualità e di portare grazie al mio gioco e ai miei gol la squadra a quante più vittorie possibili. Da quando ero piccolo so cosa è la Fiorentina e che è un club che ha una grande storia. Ringrazio i dirigenti per la fiducia che mi è stata data. Voglio vincere con la mia squadra, vincere titoli e portare felicità ai miei tifosi - ha aggiunto il russo -. Ringrazio i dirigenti per il triennale che ho firmato, ho accettato molto volentieri l'offerta della Fiorentina anche se a cifre molto più basse rispetto a quelle che avevo nel mio precedente club. Giocando in Russia, in squadre molto importanti, avevo la possibilità di giocare in Europa. Le circostanze della vita poi ti fanno pensare e ultimamente molte cose mi hanno portato a cambiare squadra, così ho accettato l'offerta della Fiorentina consultandomi solo con la mia famiglia".

"Voglio meritarmi una cena con Commisso"

Per Kokorin visite mediche lunghe ("So che è avvenuto un episodio molto tragico in passato", dice riferendosi alla morte di Astori) e un buono impatto con il gruppo e i nuovi compagni. "Sono stato accolto bene, so che mi aiuteranno per qualsiasi cosa di cui avrò bisogno. Mi ha fatto molto piacere parlare con mister Prandelli, confrontarmi con lui, mi ha detto che ha piacere di avermi in squadra. Il presidente Commisso? Non sono stato ancora a cena con lui, spero di fare tanti gol e meritarmi l'invito. Dai primi di gennaio ho iniziato a lavorare, mi sento bene fisicamente, ora devo entrare in forma - ha raccontato Kokorin -. Per quanto riguarda il mio ruolo sono un attaccante e quindi devo puntare a fare gol aiutando anche la squadra con il gioco cosiddetto 'sporco'".

Il rapporto con Capello e Mancini

Kokorin ha parlato anche di due tecnici italiani che lo hanno allenato in carriera. "Sia in Russia che in Italia so che hanno scritto molto del mio legame con Fabio Capello - ha sottolineato l'attaccante russo -. Sono orgoglioso e contento di essere stato allenato da lui e che abbia speso belle parole per me. Ringrazio anche mister Roberto Mancini, che è stato come Capello, un guru fra i tecnici italiani. Guardo il calcio italiano, mi piacciono molto gli attaccanti come Ibrahimovic che ha una certa età, ma che è ancora bravissimo, così come mi piace Cristiano Ronaldo - ha concluso Kokorin -. In passato mi piaceva anche Ronaldo 'il grasso' come lo chiamavo io".

Seguici su