redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Genoa-Inter 0-2, Lukaku e D'Ambrosio rilanciano i nerazzurri

Genoa-Inter 0-2, Lukaku e D'Ambrosio rilanciano i nerazzurri
Da: Serie A Pubblicato In: Ottobre 24, 2020 Visualizzato: 29

Genoa-Inter 0-2, Lukaku e D'Ambrosio rilanciano i nerazzurri

GENOVA -  Pazienza e personalità permettono all'Inter di sbancare 2-0 il Ferraris e di tornare al successo, dopo i due pareggi e la sconfitta nel derby nelle tre precedenti uscite tra campionato e Champions. I nerazzurri creano meno occasioni rispetto alle sfide contro Milan e Gladbach, ma mostrano maggiore solidità difensiva e il giusto cinismo in zona gol contro un coriaceo Genoa. La costante sono i gol di Lukaku che sblocca il risultato nella ripresa, portandosi a sette centri in sei partite stagionali, prima che D'Ambrosio chiuda i conti di testa.

Eriksen ancora titolare

Conte concede un turno di riposo a De Vrij e Barella, al posto dei quali schiera Ranocchia e Brozovic. In difesa torna titolare Bastoni, Eriksen viene confermato dietro le punte dopo la buona prova con il Gladbach. Hakimi - grazie all'esito negativo del tampone - va in panchina, mentre non recuperano dai problemi muscolari né Sensi né Sanchez. Maran preferisce Czyborra a Pellegrini sulla sinistra e Pandev a Destro in avanti, per fare coppia con Pjaca.

<<La cronaca della gara>>

Sterile supremazia nerazzurra

Nel primo tempo i nerazzurri monopolizzano il possesso palla e occupano con continuità la metà campo avversaria, senza però riuscire a pungere. Il Genoa, attento e ben posizionato, concede pochissimo agli uomini di Conte, che non vanno oltre un tiro di Vidal murato in modo provvidenziale da Bani e una girata al volo di Lautaro deviata in corner da Goldaniga. Nel finale i padroni di casa hanno un paio di opportunità per fare male in contropiede, ma l'egoismo di Pjaca e il recupero della difesa interista su Ghiglione evitano guai a Handanovic.

Ci pensa il solito Lukaku

Nella ripresa il Genoa evidenzia un atteggiamento meno attendista e si affaccia con più regolarità nella metà campo nerazzurra, pur senza creare pericoli a Handanovic. L'Inter fatica ad affondare, ma non si scompone e aspetta con pazienza il pertugio giusto che si presenta al 64', grazie anche ai cambi di Conte. Il neo entrato Barella duetta nello stretto con Lukaku, abile a saltare in area Goldaniga e a piazzare la palla all'angolino. Il vantaggio dà tranquillità ai nerazzurri, attenti a non concedere palle gol al Genoa e pronti ad affondare quando si presenta l'occasione.

D'Ambrosio blinda la vittoria

Il raddoppio che blinda il successo arriva al 79' sugli sviluppi di calcio d'angolo: Ranocchia - autore di una prestazione senza sbavature - fa la torre in mezzo all'area e D'Ambrosio si fa trovare pronto per la deviazione vincente sul secondo palo. Nel finale l'Inter gestisce con personalità e permette a Conte di guardare con fiducia alla trasferta di coppa contro lo Shakhtar, con la speranza di recuperare altre pedine importanti mancate all'appello nelle ultime uscite.
 
Genoa-Inter 0-2 (0-0)
Genoa (3-5-2): Perin; Bani, Zapata, Goldaniga; Ghiglione, Rovella (39′ st Melegoni), Badelj (16′ st Zajc), Behrami (16′ st Radovanovic), Czyborra (1′ st Pellegrini); Pjaca (20′ st Shomurodov), Pandev. In panchina: Marchetti, Paleari, Biraschi, Destro, Masiello, Parigini, Dumbravanu. All. Maran.
Inter (3-4-1-2): Handanovic; D'Ambrosio, Ranocchia, Bastoni; Darmian (36′ st Kolarov), Vidal (36′ st Nainggolan), Brozovic, Perisic (13′ st Hakimi); Eriksen (13′ st Barella); Lukaku, Lautaro (27′ st Pinamonti). In panchina: Padelli, Stankovic, de Vrij, Moretti, Vezzoni, Carboni, Satriano. All. Conte.
Reti: 19′ st Lukaku, 34′ st D'Ambrosio.
Arbitro: Massa di Imperia.
Note - Serata serena, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Lautaro, Bani. Angoli: 9-1 per l'Inter. Recupero: 0′, 3′.

Seguici su