redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Lotta alla cellulite: La prima regola è la costanza

Lotta alla cellulite: La prima regola è la costanza
Da: Pianeta Donna Pubblicato In: Luglio 31, 2020 Visualizzato: 22

Lotta alla cellulite: La prima regola è la costanza

Torniamo a parlare della tanto odiata cellulite, una malattia che interessa il 98% delle donne e cerchiamo di capire come combatterla, dallo stile di vita alle creme da acquistare.

La cellulite, panniculopatia edemato-fibro-sclerotica, non è un difetto cutaneo, bensì un’alterazione del microcircolo con accumulo di liquidi nel tessuto cutaneo. In parole povere si tratta di accumuli di grasso sotto la pelle che trattengono acqua in grandi quantità. E’ proprio la presenza di quest’ultima che non permette al nostro organismo di bruciale il grasso accumulato. Alcuni medici, per spiegare il fenomeno della cellulite, si avvalgono della metafora della spugna piena d’acqua: non potremo mai far bruciare una spugna finchè essa sarà bagnata e piena di acqua, per farlo accadere, dobbiamo prima espellere l’acqua dalla spugna.
In effetti è proprio così: vita sedentaria, cattiva alimentazione, ansia, stress e indumenti troppo stretti rendono cronica questa patologia che, se non curata, è destinata a peggiorare.
Per combattere la cellulite, serve una vera e propria strategia di attacco: Per riuscire ad ottenere risultati dobbiamo agire su più fronti, contemporaneamente: a tavola, cambiando il nostro stile di vita e il nostro abbigliamento ma quello che non può e non deve mancare è la costanza e la perseveranza: i risultati non saranno subito visibili, motivo per il quale non bisogna abbattersi e rinunciare allo scopo bensì è necessario insistere.

La guerra alla cellulite comincia dalla nostra tavola. I cibi assolutamente da evitare sono quelli ricchi di sale che andrebbe quasi eliminato poichè rappresenta il nemico numero uno del nostro benessere.
Inoltre è necessario bere 2 litri di acqua al giorno.

Un altro valido aiuto è l’esercizio fisico quotidiano: Anche se, è risaputo, il corpo comincia a bruciare calorie dopo un’ora di attività fisica, molti medici assicurano che 40 minuti di esercizio fisico, come ad esempio una passeggiata a passo svelto, conferiscono non pochi benefici al nostro organismo. Con questo caldo, sono sconsigliate le passeggiate nelle ore più calde, per cui la mattina presto o a tarda sera se c’e’ la possibilità, è consigliato uscire e camminare.

Per combattere la cellulite, infine, possiamo avvalerci di alcuni trattamenti cosmetici da utilizzare a casa che sicuramente non faranno scomparire la malattia ma potranno ridurre gli inestetismi superficiali.
Esistono in commercio creme, fanghi e cerotti da applicare sulle parti interessate ma occorre, prima di utilizzarli, eseguire uno scrub per eliminare le cellule morte e quindi permettere al prodotto cosmetico di penetrare in profondità ed essere assorbito dalla pelle con più facilità.
I dermocosmetici aiutano a migliore la compattezza cutanea e migliorano il microcircolo. A riguardo, la dottoressa Simona Ferri raccomanda di massaggiare le gambe e i glutei con movimenti circolari o dall’alto verso il basso. In questo modo si stimolerà la circolazione. Probabilmente i risultati si cominceranno a vedere dopo 3 mesi di trattamento, per cui non bisogna scoraggiarsi, bensì continuare con tenacia.
Tra le creme più consigliate, troviamo i gel- fango che svolgono una doppia azione: una crema a rapido assorbimento e un fango.
Le creme contro la cellulite devono contenere la caffeina, per il drenaggio dei liquidi, la fospidina che riduce il rilassamento cutaneo e la L-carnitina utile per lo smaltimento dei grassi, eccezionale se unita ad una buona attività fisica.

E’ inutile dire che esistono anche altri metodi da utilizzare per combattere la cellulite. Oggi, infatti, vi ho voluto parlare dei rimedi casalinghi ma, è opportuno comunque citare gli altri metodi utilizzati.
La cellulite, infatti, può essere combattuta anche dall’estetista. Sono, infatti, ottimi i massaggi linfodrenanti (come il Mass-Up) che eliminano i liquidi in eccesso e riattivano la microcircolazione.
Lo scopo è quello di indirizzare tutto il liquido in eccesso verso i linfonodi, facilitandone lo smaltimento.

Anche il dermatologo può aiutarci a ridurre la cellulite. Studi recenti hanno messo a punto una nuova strategia con speciali microonde che agiscono sulle cellule dell’organismo che contengono grassi. Questo rimedio è utile per ridurre i depositi adiposi localizzati in modo sicuro, efficace e non invasivo. In particolare le onde (Coolwaves) verranno emesse solo dove occorre e in diverse profondità, in base alle esigenze.

La lotta alla cellulite può quindi iniziare, basta avvalersi del metodo a noi più congeniale: dall’estetista, dal medico o semplicemente a casa, possiamo fare del nostro meglio per ridurre questi fastidiosissimi inestetismi che affliggono la maggioranza delle donne.

Seguici su