redazione@girovagandonews.eu Whatsapp +39 (366)-(188)-545
.<Analytics.Google>.

Pirlo studia da Guardiola: "Palla tra i piedi e voglia di vincere"

Pirlo studia da Guardiola:
Da: LRSP Pubblicato In: Luglio 31, 2020 Visualizzato: 5

Pirlo studia da Guardiola: "Palla tra i piedi e voglia di vincere"

Difficile percepire le emozioni di Andrea Pirlo nel giorno della presentazione ufficiale da allenatore dell'Under 23 bianconera. Il volto non tradisce le sensazioni del "maestro", mentre le parole sono intrise di orgoglio e di ambizione: "Durante i corsi che ho seguito è cresciuta la mia voglia di conoscere - spiega Pirlo -. Da lì mi sono buttato a capofitto nella mia nuova carriera. Ho avuto tanti allenatori e tutti mi hanno dato qualcosa: Ancelotti, Lippi, Allegri. Però tutti penso debbano fare la propria strada, io ho in testa il mio modo di giocare. Con la palla tra i piedi e con la voglia di giocare sempre per vincere”.

Dopo i complimenti di Sarri in conferenza stampa ("Allenare Pirlo sarebbe piaciuto a tutti, lui si sarebbe trovato particolarmente bene nel mio calcio") è arrivata la risposta lusingata di Pirlo: "Mi sarebbe piaciuto giocare nella Juve di adesso, il gioco di Sarri mi piace, il play gioca tantissimi palloni e mi sarei potuto trovare bene”. Nonostante in carriera abbia vestito maglie prestigiose come quella dell'Inter e del Milan, il rapporto con la Juve è speciale per il campione del Mondo del 2006: "Ho mantenuto buoni rapporti, stima e amicizia sono sempre rimasti. Col Milan non li ho più perché non c’è più nessuno". 

I piani per il futuro

Già quando le prime indiscrezioni hanno iniziato a circolare, era chiara l'idea della Juventus di provare a forgiare in casa il tecnico del futuro, strada percorsa da Real Madrid e Barcellona: “A tutti piacerebbe fare il percorso di Guardiola e Zidane ma bisogna meritarselo con tempo ed esperienza. Ho avuto offerte anche da squadre di Serie A e Premier League ma ho scelto questo perché mi sembrava il migliore con cui iniziare”. Un percorso confermato anche dal presidente bianconero, Andrea Agnelli: "L’auspicio è che possa fare il percorso che hanno fatto altri allenatori. Ma bisogna meritarsele come ha detto Andrea. Spero per lui che sia il primo passo di una carriera ricca di soddisfazioni, in un progetto che noi abbiamo fortemente voluto. Con Andrea partiamo con un percorso, un allenatore che si prepara nella seconda squadra per poter magari un giorno fare un salto nella prima squadra con l'idea di cosa sia la Juve". 
https://partners.dugout.com/?pl=6xfh796g&edition=italy&video=7bIJrXLT

Seguici su